Vai a…

Articoli

RSS Feed

9 Dicembre 2019

Pagine Napoletane

Napoli e San Gennaro una lunga storia d’amore

Napoli e San Gennaro, un patto che dura dal 1527 quando alla presenza di tre notai,  una rappresentanza di  12 famiglie nobili di Napoli e del popolo,  siglò un patto di reciproca assistenza con San Gennaro. La città e il popolo napoletano con il patto si impegnavano ad eleggere  San Gennaro protettore di Napoli e

Luigi pane

Napoli nel ricordo

La mia Napoli è un ricordo fatto di voci lontane con il sapore delle cose andate. Io sono nato in uno dei più popolosi e rumorosi quartieri di Napoli il quartiere Vicaria. (e te pare poco?) Come vi dicevo il mio era un quartiere rumoroso e popoloso, tutti strillavano per i più svariati motivi. La

Pesante comm è a menesta maritata

A Napoli si dice “ Si pesante comm’è a menestra maritata Tra tutti i piatti della cucina Napoletana, uno occupa un posto particolare nel mio cuore, a dire il vero a me neanche piaceva, eppure ancora oggi mi suscita emozione per quello che rappresentava, ne parlo al passato perché oggi con tutti i salutisti, vegetariani,

La pasta è pasta

A pasta. che vuoi mangiare oggi ??? Mah? Fa nù poche e pasta. Chiaramente il concetto di nù poco è sempre condizionato dal quanti siamo e quanta fame abbiamo; nel napoletano a pasta viene riassunta in tre tipi: gli spaghetti, e maccarune e a pasta ammischiata detta anche a monnezzaglia. Non sempre nelle famiglie c’era

Castel dell’Ovo (ricordi napoletani)

L A REGINA GIOVANNA TRA MITO E LEGGENDA Sulla città di Napoli hanno regnato due regine col nome di Giovanna, entrambe appartenenti alla famiglia d’Angiò, la prima nipote di re Roberto e la seconda sorella di re Ladislao. Le efferatezze che si narrano sono il risultato di una sovrapposizione delle due regine che avevano, più

I VECCHI DETTI (ricordi napoletani)

  L’acqua ‘e San Pietro martere  Questo detto fa riferimento ad un pozzo di acqua pura ed incorruttibile che era presente nel convento dei padri Domenicani di S.Pietro martire all’Universita’ in via Luigi Palmieri. Si dice che questa acqua non l’ha mai bevuta una persona corrotta. A dire il vero, recatomi nel suddetto convento, non

Ricordi Napoletani

La mia Napoli è un ricordo fatto di voci lontane con il sapore delle cose andate. Io sono nato in uno dei più popolosi e rumorosi quartieri di Napoli il quartiere Vicaria. (e te pare poco?) Il mio era un quartiere rumoroso e popoloso, tutti strillavano per i più svariati motivi. La signora del terzo

LA CUCINA (ricordi napoletani)

La mia cucina poche ed azzeccate mosse per una cucina grassa e che fa male, e si tutti parlano del mangiar sano dimenticando che le cose che hanno più sapore sono sempre quelle che fanno male.Non troverete le dosi quelle le lascio a voi, perché si mangia in due modi o secondo la tasca o

QUESTI FANTASMI (ricordi napoletani)

QUESTI FANTASMI (ricordi napoletani) Nei ricordi dei napoletani della mia età non manca di certo la figura de’ ‘O munaciello, figura che ha terrorizzato le nostre notti da bimbi”statte zitto se no chiamo o munaciello” era la tipica espressione per zittire i bimbi irrequieti che si chiedevano “ma chi cazz è o munaciello?”  Ma da dove

IL CUORE DI NAPOLI (ricordi napoletani)

Il cuore di Napoli. Ci sono due tipi di napoletani quelli devoti a San Gennaro e quelli no, io sono tra quelli che no, (diciamo che tra me e San Gennaro non corre buon sangue tanto per restare in tema) per me il cuore di Napoli è piazza Mercato è la chiesa delle Madonna del

Post più vecchi››
error: No no non si fa!