Vai a…
RSS Feed

17 dicembre 2018

20 euro per un Natale diverso

Ci stiamo preparando a festeggiare il Natale, mancano 23 giorni alla festività più attesa dell’intero anno, ma le persone hanno dimenticato quali sono le sue le sue radici, passando così dallo spiritualismo al più sfrenato consumismo attraverso regali e cenoni. L’unico motivo per cui teniamo al Natale è perché si ricevono regali, soldi o qualcos’altro da amici e

Divagazioni

Forse devo cambiare barbiere

Per anni ho vissuto in un piccolo paese Emiliano poche case divise da una statale. Crespellano che malgrado  piccolo aveva tutto, carabinieri, ufficio postale, coop due chiese e ben tre barbieri, uno per giovanissimi, uno per govani e il terzo per diciamo anziani? Il terzo ovvero quello dove andavo io per ironia della sorte si

Napoli nel ricordo

La mia Napoli è un ricordo fatto di voci lontane con il sapore delle cose andate. Io sono nato in uno dei più popolosi e rumorosi quartieri di Napoli il quartiere Vicaria. (e te pare poco?) Come vi dicevo il mio era un quartiere rumoroso e popoloso, tutti strillavano per i più svariati motivi. La

Lo spergiuro

Oggi le comiche. Ripescando un vecchio articolo del 24/02/2018 del giornale La , mi ritrovo Salvini che giura di far rispettare la Costituzione italiana, a suo dire da molti ignorata, e di farlo rispettando gli insegnamenti contenuti nel sacro Vangelo. Insegnamenti contenuti nel sacro vangelo? Il vangelo?? Ma Salvini lo ha mai letto il vangelo?

E torniamo al 3% esattamente a quando il Silvio diceva la crisi non esiste, i ristoranti sono tutti pieni è non si riesce a prenotare un posto in aereo. Se ci fosse stato un altro governo avremmo avuto le piazze piene perchè con uno spread a 280 punti e con un tasso di interesse del

Secchiello e paletta leghista perfetto

Una pattuglia di leghisti pugliesi? Mi piacerebbe conoscere uno di questi invertebrati che dopo essersi presi per anni gli sputi leghisti è dopo essere stati additati come l’origine di tutti i mali. E oggi sono attirati dal miraggio leghista come mosche sulla merda. Ma come mai nostri indeFessi difensori dei patrii lidi non vanno a

Ahhh è Natale? E allora??

Ah che bella cosa il Natale! A Natale, preferisci come facciamo noi. Tortelini o cappelletti, un po d’agnello, patate al forno? Preferisci come quelli di giù. Spaghetti alle vongole, capitone, noci e nocelle,.Ogni Natale è la stessa domanda come noi di su, o voi di giù? Di giu, di su, di la, di qua e

View More ››
Divagazioni

Oro Pizza e Birra

Ormai ci siamo, è Natale, e per me Natale è presepe ma più  che pre religione per un fatto affettivo, alla fine io ci sono cresciuto con il presepe. L’unica  cosa che non mi è mai piaciuta del presepe sono i re Magi, da bambino ho sempre creduto che portassero insieme all’oro e all’incenso anche

Basta poco, che ce vò

E va bene, andiamo in pensione a 67 anni e 6 mesi, la nostra aspettativa di vita secondo l’ISTAT è aumentata di 6 mesi, e poi aumenterà ancora fino ad arrivare alla pensione a 71 anni e per chi sopravvive dopo due anni ovvero a 73 anni arriverà anche il TFS (una volta la chiamavano

Grecia una lunga agonia

Le ingannevoli parole del capo della BCE, Mario Draghi secondo cui «la crisi in Europa è alla spalle» sbattono contro il muro della realtà che vivono i lavoratori in tutto il continente e il fermento nella classe lavoratrice greca che ancora una volta sta dando una risposta di massa e combattiva alla politica antipopolare del

Paccari vecchi e nuovi

Da ragazzo , quando passavo da piazza della ferrovia   a Napoli, ricordo che spesso restavo a guardare per ore   i paccari, affascinato da quel loro modo di gestire le situazioni che molte volte specie nel finale si dimostravano a dir poco critiche sfiorando la rissa. Il gioco iniziava e finiva sempre allo stesso modo e

La Historia me assolverà

Era il 16 di ottobre del 1953 e Fidel Ruz Castro concludeva la sua arringa con queste parole: In quanto a me so che il carcere sara’ duro come non lo e’ mai stato per nessuno, pieno di minacce, di vile e codardo rancore, pero’ non lo temo, cosi’ come non temo la furia del

View More ››
La mia cucina Napoletana

Pesante comm è a menesta maritata

A Napoli si dice “ Si pesante comm’è a menestra maritata Tra tutti i piatti della cucina Napoletana, uno occupa un posto particolare nel mio cuore, a dire il vero a me neanche piaceva, eppure ancora oggi mi suscita emozione per quello che rappresentava, ne parlo al passato perché oggi con tutti i salutisti, vegetariani,

La pasta è pasta

A pasta. che vuoi mangiare oggi ??? Mah? Fa nù poche e pasta. Chiaramente il concetto di nù poco è sempre condizionato dal quanti siamo e quanta fame abbiamo; nel napoletano a pasta viene riassunta in tre tipi: gli spaghetti, e maccarune e a pasta ammischiata detta anche a monnezzaglia. Non sempre nelle famiglie c’era

LA CUCINA (ricordi napoletani)

La mia cucina poche ed azzeccate mosse per una cucina grassa e che fa male, e si tutti parlano del mangiar sano dimenticando che le cose che hanno più sapore sono sempre quelle che fanno male.Non troverete le dosi quelle le lascio a voi, perché si mangia in due modi o secondo la tasca o

View More ››
error: No no non si fa!